Seite wählen

Mi ha sostenuto, quindi ho dovuto lasciare la scuola per un po’ e trovarmi un lavoro.

L’8 aprile, ACE ha convocato un gruppo di esperti per un webinar dal vivo “Connessione con i clienti durante il COVID-19”, in cui i leader del settore hanno condiviso informazioni su come interagire con i clienti attuali e nuovi in ​​questi periodi. I relatori includevano Sabrena Jo, MS, ACE Direttore della scienza e della ricerca; Todd Durkin, MA, fondatore di Fitness Quest 10 e allenatore di forza, velocità e condizionamento riconosciuto a livello internazionale, personal trainer e oratore motivazionale; e Kelley Vargo, MS, MPH, ACE Certified Health Coach e istruttore aggiunto presso George Washington University. ACE ha riepilogato i punti chiave e le conclusioni del panel dal vivo di seguito. 

 

Combattere l’isolamento sociale 

Man mano che le misure di quarantena legate al COVID-19 crescono in tutto il mondo, aumenta l’impatto dell’isolamento sociale. Durante questi periodi, professionisti dell’esercizio fisico certificati e allenatori della salute sono in una posizione unica per connettersi con i loro clienti e partecipanti alle lezioni per combattere gli impatti negativi dell’isolamento sociale attraverso la tecnologia e la psicologia positiva.  

I social media possono essere particolarmente impatti se realizzati in piccoli gruppi con interazioni significative, al contrario dei post sui social media che promuovono le persone a confrontarsi con gli altri. Sabrena condivide che la ricerca rivela che queste ultime, più leggere connessioni ai social media possono potenzialmente avere un impatto negativo sui sentimenti di isolamento sociale degli individui. Kelley aggiunge che quando usi i social media, è importante sapere quale piattaforma preferiscono i tuoi clienti e ricordare a te stesso che non si tratta del numero di “Mi piace” che potresti ottenere, ma piuttosto, concentrati sul servizio e sulla connessione tanto necessaria che stai fornendo .La psicologia positiva è fondamentale nel tuo ruolo di professionista della salute e dell’esercizio fisico. Fai sapere ai tuoi clienti che sentirsi di cattivo umore è normale in questo periodo e dimostra come ci sono opportunità per entrare in contatto con gli altri. Kelley e Todd consigliano di creare gruppi Facebook privati ​​non solo per interagire con i clienti come coach e inquadrare discussioni positive, ma anche per fornire uno spazio in cui i clienti possono interagire e condividere tra loro. Le possibili domande a cui i partecipanti devono rispondere includono: “Che tipi di pasti interessanti hai preparato con gli articoli della tua dispensa non deperibili?” e “Come ti sei mosso oggi?”

 

Cinque consigli per aiutare te e i tuoi clienti a brillare 

Durante questo periodo, gli individui possono essere depressi, ansiosi e alla ricerca di positività. I professionisti dell’esercizio fisico e gli allenatori della salute sono in una posizione chiave per servire queste persone e Todd ha condiviso cinque suggerimenti da considerare in modo che i professionisti possano “accenderlo dall’interno e proiettarlo all’esterno”. 

Abbi cura di te, così potrai servire al meglio i tuoi clienti. Ciò significa mantenere buone abitudini per rimanere in buona salute fisicamente e mentalmente, come dormire a sufficienza, mangiare bene, fare esercizio e trovare il tempo per rifocalizzarsi e ricaricarsi. Sii consapevole di quanto contenuto negativo viene consumato e contrasta tale negatività con spazio per la creazione positiva, come lo sviluppo di allenamenti, la connessione con i clienti e soddisfare la tua passione.Crea una palestra virtuale. Per necessità, l’industria ha abbracciato lo spazio virtuale. Usa gli allenamenti dal vivo sui social media o sulle piattaforme di videoconferenza per portare la palestra ai clienti.Avere punti di contatto regolari con i clienti. Connettiti regolarmente con i clienti tramite SMS, e-mail, registrazione video o audio. Al posto dei saluti di persona che ha fatto in palestra, Todd ora fa video regolari che registra con il suo telefono per stimolare i membri per quello che verrà.Pensa positivo. Todd consiglia di spostare l’attenzione in modo che le ansie si trasformino in opportunità. Questo può essere fatto per te e i tuoi clienti. Ad esempio, i professionisti dell’esercizio fisico potrebbero essere ansiosi di passare al virtuale, ma questa è un’opportunità per espandere la propria attività per raggiungere ulteriori clienti oltre i confini geografici.Ricorda, questo passerà. Resta nel presente e concentrati sulla gratitudine per rimanere positivo e forte durante questi tempi difficili.

 

Cinque C da ricordare come professionisti dell’esercizio fisico e allenatori della salute 

Kelley ha condiviso 5 considerazioni per i professionisti mentre navigano in questa nuova realtà: 

Coraggio. Questo è un momento senza precedenti ed è un’opportunità per farsi avanti come leader ed essere coraggiosi.Comunità. Coinvolgi i clienti esistenti e futuri con le community virtuali. Ad esempio, Kelley ha contribuito a sviluppare “Sweat and Social Distance”, una community online gratuita in cui esperti di fitness e benessere possono connettersi durante la pandemia e donare tempo insegnando in un corso, fornendo un’intervista e scrivendo contenuti semplici per i blog.Collaborare. Siate aperti a nuove collaborazioni in questo periodo. Uno spirito di collaborazione può aprire le porte a nuovi progetti che potrebbero non essere stati disponibili prima della pandemia di COVID-19.Creare. Continua a creare contenuti, in particolare contenuti che mettono in mostra personalità e programmazione forte; questo tipo di contenuto aiuterà il pubblico a creare connessioni con gli istruttori.Compassione. I professionisti dell’esercizio fisico e gli allenatori della salute sono in una posizione unica per fornire una connessione compassionevole. Todd ha condiviso che i suoi clienti stanno vivendo la pandemia in modo diverso; alcuni sono pronti a tuffarsi in nuovi allenamenti mentre altri hanno paura di essere licenziati. Consiglia di chiedere ai clienti la loro esperienza e di ascoltare le loro risposte per capire meglio come supportarli.

Connettiti con i clienti utilizzando il metodo ACE Mover 

Il metodo ACE Mover offre ai professionisti dell’esercizio fisico e agli allenatori della salute un modo per far muovere le persone verso una migliore qualità della vita. Applica il pensiero incentrato sul cliente e utilizza domande aperte e ascolto attivo in ogni conversazione, di persona o virtualmente. Consentire alle persone di realizzare tale cambiamento è reso possibile dall’applicazione dell’approccio ACE ABC: 

Fare domande aperte. Ad esempio, “Quali sono state alcune cose con cui hai lottato oggi nei tuoi esercizi?”Abbattere le barriere. Se il cliente ha affermato di non essere in grado di allenarsi a causa della necessità di guardare un bambino, raccogli ulteriori informazioni per comprendere appieno gli ostacoli.Collaborare. Una volta condivise sufficienti informazioni, collaborare con il cliente per trovare soluzioni. Ad esempio, forse un coniuge può guardare il bambino durante gli allenamenti o il bambino può partecipare all’attività fisica.

 

Risorse addizionali 

Risorse menzionate nel pannello live: 

Pagina web COVID-19 di ACE – Contenuti COVID-19 specifici di ACE, inclusi sconti speciali per l’attrezzatura da condividere con i clienti per le sessioni virtuali.Metodo ACE Mover – Ulteriori informazioni sul metodo Mover di ACE.The “Scary Times” Manuale di successo – Articolo gratuito di Dan Sullivan a cui fa riferimento Todd Durkin.Sudore e distanza sociale: community online gratuita condivisa da Kelley Vargo in cui esperti di fitness e benessere possono connettersi durante la pandemia e donare tempo insegnando in un corso, fornendo un’intervista e scrivendo contenuti semplici per i blog.The Psychology of a Winner – Documentario YouTube gratuito condiviso da Kelley Vargo.L’ostacolo è la via: l’arte senza tempo di trasformare le prove in trionfi – Libro di Ryan Holiday condiviso da Kelley Vargo.

Nota: ACE ti sta trasmettendo questi link alle risorse in modo che tu possa scegliere di esaminarli se soddisfano le tue esigenze, ma non costituiscono l’approvazione da parte di ACE di alcun singolo prodotto o programma. 

 

Connettiti con noi sui social media per partecipare alla discussione e connetterti con altri professionisti: 

Facebook (@ACEfitness)Twitter (@ACEfitness)Instagram (@ACEfitness)

 

Gruppo di esperti 

Sabrena Jo, MS, Direttore ACE di Scienza e Ricerca. In qualità di istruttrice di fitness di gruppo certificata, personal trainer e allenatore della salute, ha insegnato esercizi di gruppo e possedeva le proprie attività di personal training e health coaching. Jo è un ex membro di facoltà a tempo pieno presso il Dipartimento di kinesiologia ed educazione fisica della California State University, Long Beach. Ha una laurea in scienze motorie e un master in educazione fisica/biomeccanica presso l’Università del Kansas.

Todd Durkin, MA, fondatore di Fitness Quest 10 e allenatore di forza, velocità e condizionamento riconosciuto a livello internazionale, personal trainer e oratore motivazionale. Todd lavora con una clientela di alto profilo di atleti professionisti d’élite e appassionati di fitness di tutte le età, forme, dimensioni e livelli che desiderano migliorare la propria salute generale e le prestazioni di fitness. È 2 volte Personal Trainer dell’anno (IDEA ACE) e ha ricevuto numerosi riconoscimenti del settore. Greatist ha nominato Todd una delle 100 persone più influenti nel campo della salute Fitness negli ultimi quattro anni. 

Kelley Vargo, MS, MPH, CSCS, ACE Certified Health Coach e istruttore aggiunto presso la George Washington University. Con oltre 15 anni di esperienza nell’istruzione online, nella formazione personale e di gruppo e nella consulenza sul benessere, Kelley si sforza di applicare la scienza e la teoria della salute, del fitness e del benessere alla sua vita e aiutare gli altri a fare lo stesso.  

Se tu fossi tra il 50 percento stimato della popolazione che prende risoluzioni ogni anno, ora è un buon momento per riflettere su quelli che hai fatto all’inizio del 2016. Se hai abbandonato la tua risoluzione o semplicemente non riesci a raccogliere molto entusiasmo per questo, può essere che tu abbia trascurato di fare un obiettivo o una risoluzione “SMART”, che è specifico, misurabile, raggiungibile, pertinente e limitato nel tempo. La buona notizia è che ci sono altri mezzi di auto-miglioramento che creano un vero cambiamento di comportamento. Mentre ci avviciniamo al capodanno lunare, ecco alcuni approcci alternativi che potresti prendere in considerazione quando prendi dei propositi https://prodottioriginale.com/.

1. Chiedi ad altre persone di darti risoluzioni.

I tuoi amici e la tua famiglia ti conoscono bene e potrebbero essere in grado di identificare i tuoi punti ciechi. L’anno scorso ho chiesto ai miei amici di darmi i miei propositi e le risposte sono state interessanti, inaspettate e gestibili. Ad esempio, un amico mi ha chiesto di indossare più colore. Un altro mi ha chiesto di lasciare che un assegno del ristorante arrivasse sul tavolo per almeno 30 secondi prima che lo prendessi. Questo è un ottimo esercizio di autocoscienza. Inoltre, chiedere a qualcun altro quali dovrebbero essere le tue risoluzioni crea immediatamente responsabilità nei confronti di quella persona e altri potrebbero essere in grado di offrire modi creativi per guidare il cambiamento che non avevi considerato in precedenza.

2. Avere un calendario “to be” da abbinare al calendario “to do”.

Questo è stato un promemoria per me stesso che sono un essere umano, non un’azione umana. Spesso facciamo le cose che dobbiamo fare, ma lo facciamo con risentimento o frustrazione, specialmente quando sentiamo di non avere abbastanza tempo per fare tutto. Identificare il nostro set point emotivo, come vogliamo sentirci indipendentemente da ciò che stiamo facendo, cambia le priorità dell’altra lista. Non importa cosa succede, poiché siamo sempre liberi di scegliere come vogliamo sentirci riguardo a qualunque cosa arrivi nella nostra vita.

3. Scegli “una parola”.

Jon Gordon, Dan Britton e Jimmy Page sono gli autori di un libro intitolato Una parola che cambierà la tua vita. Descrive il concetto che se ci concentriamo su una singola parola che cattura il nostro obiettivo, sogno o tratto per l’anno, abbiamo maggiori probabilità di raggiungerlo o meno probabilità di fermarci perché pensiamo di aver fallito. Poiché si tratta meno delle prestazioni di un’attività specifica o degli obiettivi di microgestione, questo approccio ha un tasso di successo più elevato nell’effettuare il cambiamento.

Le risoluzioni del nuovo anno vengono solitamente abbandonate a causa della mancanza di responsabilità, dell’assenza di un attaccamento emotivo al compito e/o del fatto che il compito o la logistica sono troppo complessi per un’adesione a lungo termine. Secondo la ricerca di Polivy e Herman sulla “Sindrome della falsa speranza”, le risoluzioni falliscono quando l’aspettativa non è realistica e non è allineata con la percezione di sé di un individuo. Essere consapevoli degli stati fisici, emotivi e mentali quando si è impegnati in una nuova abitudine aumenterà il tasso di successo.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato su theptdc.com e viene ripubblicato qui con il permesso dei nostri partner del PTDC. 

La chiamata è arrivata nel mio secondo anno di college. Era mio fratello, Rodney: nostra madre aveva avuto un grave ictus.

La mamma non sarebbe mai stata la stessa e nemmeno io. Era stata un’infermiera a tempo pieno, una donna preoccupata part-time e, purtroppo, una praticante senza tempo, che fumava.

Mi ha sostenuto, quindi ho dovuto lasciare la scuola per un po’ e trovarmi un lavoro. La mia storia va di male in peggio: la morte di mio fratello, due sorelle, un cognato e mia madre, ma so anche che mi ha reso quello che sono: un personal trainer online che aiuta le persone a vivere una vita più sana.

La mia storia plasma il mio stile di allenamento e la mia clientela fino ad oggi. Alleno mamme oltre i 30 anni; questa è la mia nicchia.

Sono diventata la soluzione che avrei voluto che mia madre avesse avuto: un allenatore carismatico e divertente che avrebbe potuto aiutarla a rimettersi in salute. Qualcuno che le avrebbe dato semplici esercizi di routine che poteva gestire, che non le avrebbe negato i cibi che amava e che avrebbe potuto darle un incoraggiamento gentile e divertente.

Sono stato cresciuto da mia madre, una sorella di 13 anni più grande di me e mia nonna. Le loro vite, e le loro morti, sono impresse su di me. Mi hanno dato il desiderio di aiutare le donne oberate di lavoro e stressate, mamme che mettono i loro bisogni in secondo piano per aiutare le loro famiglie.

Il tuo “perché” è importante

La mia nicchia è un risultato naturale di chi sono. Anche il tuo dovrebbe esserlo.

Ora, mi rendo conto che per chiunque cerchi di costruire un’attività di coaching online, le parole “nicchia” o “avatar” possono essere fattori scatenanti dello stress.

Aspetta, qual è la mia nicchia? Come lo trovo? Se lo trovo, come lo dico alle persone?

Lasciami aiutare. Quando avrai finito di leggere questo, penso che sarai meno stressato e ti sentirai più ottimista. Ho imparato un sacco che può aiutarti. Per prima cosa, riempirò il mio retroscena in modo che tu possa vedere letteralmente da dove vengo.

Dopo il suo ictus, la mamma si è trasferita da mio fratello, finché non ha avuto un attacco di cuore ed è morto. Quindi, si è trasferita da mia sorella maggiore, Robin, e suo marito. Quattro anni dopo, Robin, che era una tossicodipendente, ha bevuto, ha guidato ed è morta all’istante quando la sua auto ha colpito un albero. Il marito addolorato ha rifiutato la dialisi ed è morto tre mesi dopo.

Mia madre ha vissuto altri due anni in una struttura di assistenza estesa, a 120 miglia da me. Andavo a trovarla per le feste di ciambelle del giovedì, le feste del milkshake del sabato e le domeniche di calcio. Quando partivo dopo una giornata con lei, piangevo come un bambino ogni volta. (Altre lacrime: mia sorella minore è morta l’anno scorso, lasciando le mie tre bellissime nipoti e il bel nipote.)

Wow. Forse ti sei connesso con qualcosa di simile. Non i dettagli, spero, ma l’emozione. Condivido tutto questo per ricordarti che la tua storia è importante. Non privare i potenziali clienti di questo. Lascia che attingano alla tua umanità.

C’è un vecchio detto commerciale: le persone comprano in base alle emozioni e giustificano con la logica.

Sono d’accordo, modificandolo per il marketing del fitness online: le persone assumono umanità e giustificano con le tue credenziali. (Grazie per essere venuto al mio Ted Talk.)

Posso sentirti chiedere: come faccio a sapere qual è la mia nicchia? 

La migliore direzione che posso darti è questa: allinea il tuo lavoro con la tua vita.

Oppure, come ha detto Carolina Belmares nel nostro podcast The Online Trainer Show, “I tuoi contenuti sono la tua vita e la tua vita è il tuo contenuto”.

Scegliendo una nicchia che si allinea con la tua vita, il tuo messaggio sarà autentico e avrà impatto e longevità.